Le persone vivono sempre più online e desiderano risposte immediate e pertinenti a qualsiasi domanda. Grazie alla ricerca digitale, un modo essenziale per trovare idee e imparare cose nuove, YouTube è diventato il secondo motore di ricerca più utilizzato al mondo. Secondo Peter Fitzgerald, Country Sales Director di Google UK, questa risorsa affidabile per gli utenti alla ricerca di risposte e idee offre ai brand l'esclusiva opportunità di essere presenti dove si trova il pubblico.

Non sono bravo in cucina ma, avendo due figli, mi sono ritrovato di recente a pronunciare queste parole: "Ok Google, mostrami alcune ricette di dolci per Halloween". Tra i 194.000 risultati di YouTube, c'erano dolci che sembravano tombe, cake pop a forma di fantasmi e torte a strati che avevano l'aspetto di una zucca. Ho conosciuto celebrità e talenti nativi digitali disposti ad aiutarmi: Nigella mi ha dato una mano con la sua ricetta per la "Devil’s Food Cake", mentre le star di YouTube di Sorted Food avevano pronta una ricetta speciale per Halloween.

Le persone vivono sempre più in un mondo digitale e in questo contesto è importante poter rispondere rapidamente e in modo pertinente a qualsiasi domanda. Qualche anno fa, avrei dovuto aspettare che andasse in onda in televisione uno di quei programmi che ti insegnano a cucinare e avrei dovuto sperare che si parlasse di una ricetta per Halloween. Ora non più. Oggi, con uno smartphone e pochi semplici gesti, puoi trovare informazioni specifiche in qualsiasi momento.

Oggi l'utente utilizza il web per cercare tutte le informazioni di cui ha bisogno, quando e dove preferisce. La ricerca digitale è il mezzo che usiamo per trovare nuove idee, scoprire nuovi prodotti o avere una discussione con gli amici. Dopo 10 anni di attività, YouTube è il secondo motore di ricerca più utilizzato al mondo e quando si vuole imparare qualcosa di nuovo, dalle tecniche del fai da te ai testi delle canzoni, la piattaforma viene vista come una risorsa imprescindibile.

Ogni mese, infatti, YouTube raggiunge quasi l'87% delle persone online dai 35 anni in su nel Regno Unito. Ai brand e ai rivenditori che desiderano entrare in contatto con i consumatori alle loro condizioni e su larga scala, YouTube offre un'opportunità unica. Le aziende non sono più soggette ai limiti di spot commerciali da 30 secondi, ma possono provare a utilizzare contenuti correlati al brand più lunghi e pubblicità innovative.

Prendiamo ad esempio la pubblicità natalizia di Sainsbury's del 2014: della durata di 4 minuti, la storia era così efficace da diventare l'annuncio più popolare dell'anno su YouTube con 17 milioni di visualizzazioni. La seconda parte della storia (Story Behind the Christmas Ad) ha ottenuto un altro milione di visualizzazioni. Per Sainsbury's, YouTube è la piattaforma ideale per ottimizzare i propri contenuti.

Ma l'opportunità offerta da YouTube non inizia e finisce con gli annunci. Stanno nascendo nuovi canali di brand che offrono contenuti divertenti e al tempo stesso informativi. Prendiamo ad esempio Mum’s Eye View di ASDA. Creato agli inizi del 2014, il canale parla di cibo, moda, bellezza e stili di vita con l'obiettivo di entrare in contatto con il segmento di consumatori fondamentale per ASDA: le mamme.

Per incrementare il numero di fan e raggiungere un segmento di pubblico più vasto, ASDA ha dato inizio a una collaborazione con le star dell'universo YouTube: una tecnica scelta da molti brand. La campagna natalizia di ASDA aveva come protagonisti Zoella (7 milioni di fan) e Alfie, impegnati nei preparativi di una festa con gli ingredienti proposti dall'azienda stessa.

In un altro esempio, Pepsi Max coinvolge il pubblico attraverso una collaborazione con registi e creator di YouTube per la realizzazione di contenuti originali. La capacità di sfruttare le passioni delle persone tra i 18 e i 34 anni ha permesso di attirare i visitatori verso la piattaforma correlata al brand "Unbelievable" di Pepsi. Il CMO del brand dichiara che il passaggio da un modello basato sugli spot televisivi ai contenuti digitali ha fatto registrare un aumento del ritorno sull'investimento del 43%.

Questi esempi mettono in evidenza una regola fondamentale: i brand devono essere presenti nelle piattaforme dove gli utenti trovano intrattenimento. Posso preparare il miglior dolce di Halloween al mondo, ma che senso ha se i miei figli non riescono a trovarlo? Trasformarli in appassionati di cucina potrebbe certamente diventare un'ulteriore sfida, per cui dovrei adattarmi alle loro preferenze, entrare in contatto con i loro amici e collaborare con altri. Ma sono certo di potercela fare: ho già un'idea di dove posso trovare aiuto.