Il crescente impatto del festival SXSW ha fatto di quest'ultimo un punto di riferimento per i brand desiderosi di raggiungere un vasto pubblico. Nonostante i brand siano in grado di coinvolgere i fan sul posto (e lo fanno), le opportunità di connettersi con specifici segmenti di pubblico sono limitate. Di conseguenza, si rivolgono a YouTube per raggiungere i fan dell'SXSW al di fuori di Austin.

Questa settimana, per il festival annuale South by Southwest (SXSW), accorreranno ad Austin in Texas appassionati di cinema, tecnologia e "barbecue" che verseranno 315 milioni di dollari nelle casse della città. All'evento parteciperà un numero di persone mai visto prima: nel 2014, circa 55.000 visitatori hanno presenziato agli spettacoli musicali, 72.035 hanno assistito a proiezioni di film e 45.500 hanno visitato l'area dedicata ai giochi. Con tanti "influencer", primi utilizzatori e fan sul posto, il crescente impatto culturale dell'SXSW ha fatto di quest'ultimo un punto di riferimento per i brand ansiosi di raggiungere questi segmenti di pubblico.

Nonostante i brand siano in grado di coinvolgere i fan dell'SXSW sul posto (e lo fanno), non hanno molte opportunità di connettersi con specifici segmenti di pubblico presenti all'evento. Questo vale soprattutto per gli appassionati di musica, che, durante l'evento, entrano ed escono dai concerti. Ma non è detto che il coinvolgimento debba finire con il festival. Grazie ai dispositivi mobili, gli spettatori negli Stati Uniti che hanno guardato contenuti correlati all'SXSW su YouTube sono aumentati del 62% nel 2014, dando la possibilità ai brand di raggiungere i fan dell'SXSW al di fuori di Austin.

Via libera alla musica dell'SXSW su YouTube

Ogni anno a marzo, gli appassionati di musica vanno all'SXSW per scoprire nuovi artisti. E fanno la stessa cosa tutto l'anno su YouTube. Infatti, secondo un recente sondaggio di Google Consumer Surveys, un adulto su cinque negli Stati Uniti (20,6%) dice che ciò che preferisce di YouTube è la possibilità di "potervi trovare la musica non disponibile altrove".1 Inoltre, il sondaggio ha rivelato che una percentuale ancora più elevata di adulti americani (25,7%) considera YouTube la sua "fonte principale" per scoprire le novità musicali.

Pertanto non c'è da stupirsi se i contenuti musicali dell'SXSW (video caricati dal canale dell'SXSW, sequenze delle esibizioni degli artisti e vari contenuti generati dagli utenti) sono sempre più seguiti su YouTube e sempre più attuali. Alcuni dei video dell'SXSW più guardati di tutti i tempi includono le esibizioni di Sia, Katy Perry, Foster the People, Amy Winehouse e Imagine Dragons, tutti presentati al grande pubblico americano in occasione del festival. E le loro esibizioni continuano a essere guardate generando ciascuna milioni di visualizzazioni di video:

Visualizzazioni delle esibizioni degli artisti all'SXSW su YouTube

Visualizzazioni delle esibizioni degli artisti all'SXSW su YouTube

Fonte: stime basate su dati interni di YouTube/Google.2

Scoprire nuovi artisti sui dispositivi mobili

Non appena gli utenti vengono a sapere fatti interessanti sul festival, ad esempio le esibizioni più indimenticabili o i nuovi artisti più seguiti, cercano i contenuti su YouTube. Non è esagerato dire "non appena". Tirano fuori gli smartphone immediatamente, cercano e guardano. Rispetto alle visualizzazioni generate subito dopo l'SXSW del 2013, il tempo di visualizzazione sui dispositivi mobili dei contenuti video correlati al festival è aumentato del 137% a marzo 2014 (rispetto all'aumento del 79% sui desktop).

Persino mesi dopo il festival, gli utenti cercano i video correlati all'SXSW. Nel 2014, le visualizzazioni generate dopo il festival hanno mostrato che il tempo di visualizzazione annuale è aumentato sia sui dispositivi mobili (+69%) che sui desktop (+41%).

Video SXSW per tutti e non solo per i Millennial

Si potrebbe pensare che il pubblico dell'SXSW su YouTube sia composto di ventenni con una soglia di attenzione di 20 secondi. Tuttavia, gli utenti passano in realtà più tempo che mai su questi video. Da gennaio 2013, il tempo medio per visualizzazione è aumentato del 21%. Allo stesso tempo, la fascia di età dei visualizzatori che guardano i contenuti correlati all'SXSW si è allargata: quella da 18 a 35 anni rappresenta il 75% del tempo di visualizzazione, ma l'anno scorso (2014), il tempo di visualizzazione dei video correlati all'SXSW su YouTube del gruppo tra 35 e 55 anni è più che raddoppiato.

Tempo di visualizzazione dei contenuti correlati all'SXSW

Tempo di visualizzazione dei contenuti correlati all'SXSW

Fonte: stime basate su dati interni di Google/YouTube (gennaio 2013-dicembre 2014).3

Libero dalle restrizioni di tempo o località, YouTube offre ai brand un'altra opportunità per raggiungere quei vasti segmenti di pubblico che sono attratti dall'esclusivo fascino musicale di Austin, ma che non possono partecipare all'evento. Questi includono gli appassionati che, giorni, settimane o persino mesi dopo l'evento, vagliano le novità musicali o vogliono trovare informazioni sulla carriera di un artista su YouTube.

Per connetterti con questi appassionati di musica e altri segmenti di pubblico che utilizzano sempre più i dispositivi mobili, scopri come il tuo brand può creare esperienze su YouTube che richiamano l'attenzione degli utenti prima, durante e dopo un evento culturale. Per avere delle idee, vedi come alcuni brand, ad esempio Adidas, Land Rover e Volkswagen, stanno aprendo la strada con gli ultimi trend della pubblicità video, ad esempio gli annunci in tempo reale e i video per dispositivi mobili. E questo è solo l'inizio.

Fonti:

  1. Google Consumer Survey, febbraio 2015, n=1804.
  2. La classifica dei video è basata su dati pubblici (titolo, tag e così via) e non è affidabile al 100%. I risultati potrebbero variare in futuro.
  3. I dispositivi mobili includono telefoni e tablet. La classifica dei video è basata su dati pubblici (titolo, tag e così via) e non è affidabile al 100%. I risultati potrebbero variare in futuro.