4 cose da sapere sul futuro del marketing

Al Google Marketing Next, il nostro recente evento su pubblicità ed e-commerce, i leader del settore hanno discusso delle ultime tendenze e forze che stanno plasmando il futuro del marketing. In particolare, sono emersi quattro concetti chiave che, parallelamente alle innovazioni dei programmi pubblicitari Google, di Analytics e di DoubleClick, puoi mettere in atto oggi stesso.

Al giorno d'oggi le aspettative dei consumatori sono più elevate che mai e ciò porta a un miglioramento complessivo dell'offerta. Il futuro del marketing consiste dunque nell'offrire esperienze pertinenti, utili e basate sull'assistenza. Le regole, però, sono ancora tutte da scrivere.

Oggi i brand hanno bisogno di dati e tecnologie per soddisfare i consumatori. È per questo che Google sta lavorando per fare progredire le soluzioni tecnologiche e il machine learning, aiutando i professionisti del marketing a migliorare la propria comprensione del comportamento dei consumatori. I clienti attraversano centinaia di touchpoint nel loro percorso verso l'acquisto, e chi si occupa di marketing deve capire cosa funziona e cosa non. A tale scopo, stiamo introducendo nuovi strumenti e soluzioni innovative per semplificare e rendere più efficace l'attribuzione, le visite in negozio, le misurazioni e l'acquisto programmatico. Direttamente dal Google Marketing Next, ecco i principali quattro approfondimenti che ti aiuteranno a pianificare la tua nuova strategia di marketing:

Il modo in cui le persone ricevono assistenza evolverà

Il mobile spinge i consumatori a utilizzare i propri dispositivi nei momenti che contano, ovvero quando cercano informazioni, indicazioni su dove andare, cosa fare e acquistare. Anche i modi in cui gli utenti ottengono assistenza si evolveranno, passando dalla digitazione sui dispositivi all'interazione vocale. Ad esempio, nell'app Google, ora il 20% delle ricerche sono vocali.1 E questo è solo un assaggio di quello che ci riserva il futuro.

4 cose da sapere sul futuro del marketing 1

I momenti che contano sono destinati ad aumentare. E man mano che si moltiplicano, i consumatori si aspetteranno interazioni più utili e personali nel corso dei loro percorsi di ricerca e acquisto. Inoltre, il mobile continuerà ad alzare gli standard.

I consumatori desiderano un'esperienza sui dispositivi mobili fluida

Al fine di restare aggiornati rispetto alle esigenze dei consumatori, è fondamentale gettare le giuste fondamenta. I professionisti del marketing devono pensare a ottimizzare la presenza mobile del proprio brand per garantirsi il successo nel futuro. E la velocità è un aspetto fondamentale; poco importa che il tuo sito per dispositivi mobili sia accattivante: se i tempi di caricamento sono lunghi, gli utenti lo abbandoneranno.

Dall'analisi di 900.000 pagine di destinazione di annunci per dispositivi mobili in 126 paesi, abbiamo stabilito nuovi benchmark di settore per la velocità delle pagine sui cellulari. Il progetto open-source Accelerated Mobile Pages (AMP), lanciato 18 mesi, fa contribuisce a rendere il Web mobile più rapido e funzionale. Inoltre, stiamo collaborando con gli inserzionisti per inviare traffico mobile a pagamento dagli annunci della rete di ricerca alle pagine di destinazione AMP, velocizzando così il percorso di acquisto per i consumatori. Si tratta di un passo davvero importante, dato che, per ogni secondo di ritardo nel caricamento di una pagina per dispositivi mobili, le conversioni possono diminuire fino al 20%.2

4 cose da sapere sul futuro del marketing 2

Non esiste più una linea di confine netta tra offline e online

Sebbene oggi il percorso del cliente sia tutt'altro che lineare, è ancora possibile adottare una visione olistica in merito. Gli innovativi strumenti di misurazione aiuteranno i professionisti del marketing a comprendere l'intero percorso del consumatore sui vari canali, dispositivi e tipi di media, coprendo la distanza tra il mondo digitale e quello fisico.

Misurare le visite in negozio in modo accurato è fondamentale per comprendere tutto il valore dei tuoi investimenti di marketing. In meno di tre anni, gli inserzionisti hanno misurato globalmente oltre 5 miliardi di visite in negozio utilizzando AdWords. Grazie all'avanzata tecnologia di machine learning e di mappatura, i professionisti del marketing possono misurare con precisione un maggior numero di visite in negozio su vasta scala e utilizzare queste informazioni per offrire migliori esperienze pubblicitarie locali.

Le aspettative relative alla pubblicità stanno crescendo

Oggi i consumatori vogliono ricevere messaggi di marketing su misura per le loro esigenze. Pertanto, una volta acquisito un quadro di insieme dei tuoi clienti, il passo successivo è raggiungerli nel momento giusto con il messaggio giusto, cosa che è diventata molto più facile.

La rivoluzione della pubblicità programmatica si è concentrata sulla combinazione di dati, machine learning e automazione per migliorare il rendimento. Tuttavia, pochi di questi vantaggi hanno interessato l'ambito dedicato alla definizione di un piano media, che rappresenta la base di ogni campagna di successo. Per consentire ai professionisti del marketing di risparmiare tempo e migliorare il rendimento, DoubleClick Bid Manager è stato ottimizzato per semplificare la pianificazione delle campagne. Si serve di sistemi di machine learning per analizzare le campagne precedenti e fornisce suggerimenti sullo spazio pubblicitario e targeting più adeguati in base ai tuoi obiettivi specifici e alle campagne che hanno garantito un buon rendimento in passato. Ciò rende più semplice passare dai dati ai risultati.

Tutte queste tendenze e innovazioni stanno plasmando uno scenario del marketing in rapida evoluzione. Per soddisfare e superare le aspettative dei consumatori relative a un futuro basato sull'assistenza, noi di Google stiamo continuando a innovare. Se anche tu ti armerai dei giusti strumenti e dati, potrai avere la certezza di restare al passo con le esigenze dei consumatori.

I ranking di velocità dei dispositivi mobili europei sono ora disponibili. Dove si posiziona il tuo sito?