Cinque leader del settore svelano le loro strategie per conquistare l'attenzione dei consumatori

Matt Anderson Gen 2018 Video, Pubblicità

Oggi, le persone possono accedere a una quantità di contenuti pressoché infinita sempre e ovunque, su quasi ogni tipo di schermo. Raggiungere gli utenti è facile, ma continuare a mantenerne viva l'attenzione è più complicato che mai e richiede un approccio diverso al video marketing dedicato alle creatività e ai piani media.

Cinque leader e innovatori del settore spiegano come intendono conquistare l'attenzione dei consumatori in questa nuova era di fruizione visiva dei contenuti. Insieme, rispondono alle domande che si porranno durante le varie fasi di sviluppo delle strategie di video marketing per i propri brand nel nuovo anno ormai alle porte.

Attention-Video-Plans

La Responsabile degli Investimenti per l'Agenzia 

"Il digitale non può essere più un'aggiunta tardiva alla strategia di comunicazione, riadattato per funzionare in ogni situazione. In nessun altro ambito i consumatori si aspettano pertinenza quanto nel mondo digitale. I brand che ricevono riscontri positivi pensano a tutte le varianti di creatività necessarie per pubblicare messaggi rilevanti e pertinenti." 

- Helen Lin, President of Digital Investment, Publicis Media

La Responsabile del Brand 

"Per attirare l'attenzione degli utenti, è necessario personalizzare sempre la creatività adattandola a ciascuna piattaforma. Non è possibile concentrarsi su un'unica creatività per una sola piattaforma né pensare a come massimizzarne l'efficacia per tutto l'ecosistema. L'approccio che adottiamo per ottenere questo risultato è offrire alle nostre creatività l'accesso ai dati in tempo reale per ottimizzare il rendimento immediatamente, non in un secondo momento.

- Gail Horwood, SVP Integrated Marketing, Kellogg Company

 


La Creative Director 

"Quando si tratta di catturare e mantenere viva l'attenzione, non esiste un unico formato dell'annuncio che possa dettare regole valide per tutti. Su YouTube, ad esempio, la questione ha un duplice aspetto: non solo un annuncio bumper permette una narrazione diversa rispetto a un'unità ignorabile o a un annuncio forzato di 15 secondi, ma la stessa storia può essere raccontata utilizzando varie unità pubblicitarie attraverso sequenze e targeting. Questo approccio consente a ogni formato dell'annuncio di funzionare in base alle proprie peculiarità, evitando di dover condensare l'intero contenuto in un unico ambito."

- Kim Snow, Creative Director, Google 


La Direttrice Marketing 

"Per catturare l'attenzione, evitiamo di creare tutto il contenuto di una campagna in una volta. Come professionisti del marketing, trascorriamo gran parte del nostro tempo nelle sale conferenze, ma preferiremo capire il riscontro del pubblico un po' alla volta. Questo approccio ci consente di trarre ispirazione dalla risposta dei consumatori per creare contenuti personali e pertinenti." 

- Heather Warnke, Director of Marketing, John Frieda 


L'Esperta dei dati d'Agenzia 

"La nostra ricerca ha rivelato una certa impazienza nei consumatori e la loro tendenza a spostare l'attenzione da una fonte all'altra a ritmi più sostenuti rispetto al passato. Per i brand, questo significa un progressivo innalzamento degli standard. Dalla ricerca è emerso che garantire utilità e pertinenza è l'unico modo per convincere i consumatori a sintonizzarsi. Inoltre, i brand dovrebbero prediligere piattaforme con contenuti che siano oggetto di un reale interesse da parte degli utenti e non quelle in cui le informazioni vengono trovate in un feed, poiché le piattaforme "snelle" attirano maggiore attenzione." 

- Kate Sirkin, EVP, Analytics and Insights, Publicis Media


Tre miti del marketing sfatati studiando il pubblico di YouTube