Formati di annunci creativi

Aprile 2018 Video

Gestisci efficacemente la tua pubblicità attraverso video di 6 e 15 secondi che non possono essere saltati e video lunghi più di 30 secondi che possono essere saltati. Dai un'occhiata più da vicino ai vantaggi di questi formati con gli esperimenti di Unskippable Labs. Ridefinisci i limiti dei tuoi contenuti con il live streaming e gli annunci a 360°.

Usa lo storytelling per un maggiore impatto

Adeguando le tue idee creative ai tre diversi formati di annunci YouTube, puoi conquistare l'attenzione del pubblico sui dispositivi mobili senza porre limiti alla tua libertà di sperimentare una narrazione più complessa. Diamo uno sguardo più da vicino ai video da 6 e 15 secondi che non possono essere saltati e ai video lunghi più di 30 secondi che possono essere saltati.

Annunci bumper (di sei secondi che non possono essere saltati)

Questi video in formato corto sono chiamati annunci bumper: piccole dosi di contenuti perfette per gli utenti in movimento e i dispositivi mobili. Con sei secondi per trasmettere il tuo messaggio, prendi in considerazione l'idea di limitarlo a un singolo argomento. Gli annunci bumper si abbinano bene anche con opere creative più lunghe per stuzzicare, amplificare o richiamare la narrazione principale.

  • In uno studio riguardante più di 600 campagne, il 90% degli annunci bumper valutati in tutto il mondo ha favorito un importante aumento nel ricordo dell'annuncio. Tra tutte le campagne valutate, l'incremento medio è stato del 38%.1
  • Stando a 18 inserzionisti che hanno usato sia TrueView sia gli annunci bumper in 400 campagne, gli annunci bumper hanno aumentato la singola portata delle campagne TrueView in media del 78%.2
L'annuncio bumper “PLAYBASE” della Sonos estrae un singolo elemento facile da ricordare dalla campagna video “Introducing the all new PLAYBASE – The Big Lebowski Commercial”.

Annunci di 15 secondi che non possono essere saltati

Questi video di media lunghezza sono pensati per coincidere con i contenuti che gli utenti guardano sui dispositivi mobili e permettere allo stesso tempo al tuo messaggio chiave di fare colpo.

Nel video “PLAYBASE” di 15 secondi della Sonos la storia viene sviluppata un po' di più rispetto a un annuncio bumper. Prima viene fornita un'ambientazione e poi viene presentato il prodotto.

Annunci lunghi più di 30 secondi che possono essere saltati

I video TrueView in formato lungo che possono essere saltati permettono di conquistare il pubblico con una narrazione più complessa. La maggior parte degli annunci della classifica mensile di YouTube Ads Leaderboard aderisce a questo formato. Quando crei contenuti in formato lungo, ricordati di anticipare il tuo arco narrativo: devi comunque catturare l'attenzione dell'utente nei primi cinque secondi per evitare che salti il video.

  • In uno studio riguardante 89 video di brand americani, gli utenti che hanno guardato annunci TrueView per almeno 30 secondi, o fino alla fine, erano 23 volte più propensi a visitare o iscriversi al canale del brand, guardare altri video del brand o condividere il video.3
  • Persino gli utenti che sono stati solo esposti agli annunci TrueView erano 10 volte più propensi a fare una di queste cose.4
Il video “PLAYBASE” di 30 secondi della Sonos ha il formato di una pubblicità tradizionale, con un’introduzione, il lento sviluppo di un evento e poi le informazioni sul prodotto e il logo.

Cose da ricordare

  1. Trasmetti il tuo messaggio con video di 6 e 15 secondi che non possono essere saltati e video lunghi più di 30 secondi che possono essere saltati. Il formato corto favorisce il ricordo dell'annuncio e insieme al formato lungo aumenta la portata delle campagne.
  2. Quando crei contenuti in formato lungo, assicurati che i primi sei secondi conquistino l'attenzione, così gli utenti non cliccheranno su "Salta".

Esperimenti di Unskippable Labs

Gli utenti di oggi sono impazienti ed esercitano un forte controllo su ciò che guardano. Come fanno gli inserzionisti ad aprirsi un varco e tenere viva la loro attenzione? Progettando contenuti basati su un’ipotesi, mostrandoli al mondo e analizzando le reazioni, il progetto Unskippable Labs mira a scoprire cosa interessa alla gente e cosa la coinvolge, scoprendo quindi cosa rende possibile che un video non venga saltato.

Il procedimento di Unskippable Labs

Unskippable Labs utilizza un procedimento in tre fasi per inserire i dati nell'arte della narrazione.

  • Esperienza:

Usa le ricerche e gli apprendimenti precedenti di Unskippable Labs per identificare aree di sperimentazione con un alto potenziale.

  • Ipotesi:

Crea un'ipotesi con il potenziale di cambiare il modo in cui viene sviluppato il lavoro creativo efficace. Ad esempio: inquadrature strette, l'uso di sovraimpressioni e un ritmo più veloce possono migliorare di molto il rendimento del video, soprattutto sui dispositivi mobili.

  • Preparazione del lancio:

Definisce i budget per testare le ipotesi, creare i contenuti e caricare i video finiti su YouTube.

  • Post-analisi:

Assimila le reazioni degli utenti e analizza i dati.

Unskippable Labs e annunci bumper

YouTube ha collaborato con Netflix per capire se i contenuti in formato corto potevano stimolare le persone e soddisfare gli obiettivi dei brand come i contenuti in formato più lungo. Dopo aver fatto esperimenti con le diverse lunghezze di video, hanno scoperto che il formato più corto, ovvero gli annunci bumper, generavano:

  • un incremento del 56% del ricordo dell'annuncio;
  • un incremento del 19% dell’awareness del brand;
  • un incremento del 300% dell'interesse nel prodotto.5
James Rothwell, direttore marketing di Netflix Asia, e Taka Osaki, vicepresidente marketing di Netflix Asia, discutono l'esperimento sugli annunci bumper. Scopri di più su Think with Google: Testing Video Ad Lengths With Netflix (Testare la lunghezza degli annunci video con Netflix).

Unskippable Labs: lungo o corto, cosa scegliere?

Unskippable Labs ha testato tre diversi montaggi della stessa storia usando TrueView, il formato di YouTube per gli annunci che possono essere saltati. Hanno valutato quante persone hanno scelto di vedere l’annuncio di 15 secondi, quello di 30 secondi o un annuncio in formato lungo di 2 minuti e 17 secondi. Hanno anche misurato per quanto tempo venivano guardati i montaggi più lunghi e l'impatto sulla preferenza e il ricordo dell'annuncio del brand. Ecco cosa hanno scoperto:

  • Entrambi i montaggi più lunghi sono stati guardati più dell'annuncio di 15 secondi. L'annuncio di 30 secondi è stato il meno saltato e quello di 15 secondi il più saltato.
  • L'annuncio di 15 secondi è stato l'unico tra i tre montaggi a generare una significativa memorizzazione dell'annuncio.
  • Entrambi i montaggi più lunghi hanno generato effetti più vantaggiosi rispetto a quello di 15 secondi. Se vuoi solo essere ricordato, gli annunci corti funzionano benissimo. Se vuoi convincere qualcuno, gli annunci più lunghi funzionano meglio.6
Devon Hong, direttore creativo presso Droga5, e Emmett Schaller, manager associato senior presso Honey Maid, discutono l'esperimento corto/lungo. Scopri di più su Think with Google: In Video Advertising, Is Longer Stronger? (Nella pubblicità video, più lungo significa anche più efficace?)

Unskippable Labs: a ogni età il suo annuncio

Ai brand servono tipi diversi di annunci per raggiungere persone di età diverse? Google ha collaborato con L'Oréal Paris per scoprirlo lanciando tre tipi di video TrueView. Unskippable Labs ha valutato la reazione di ciascun gruppo d'età. Ecco cosa hanno scoperto:

  • Le persone di tutte le età hanno scelto di guardare l'annuncio più curato e meglio prodotto rispetto alle altre versioni.
  • Segmenti di pubblico di differenti età hanno reagito in modo diverso ai tipi di video. Il video più diretto e intimo è stato più efficace per gli utenti più giovani, mentre gli utenti meno giovani hanno preferito l'annuncio TV più raffinato.
  • Lo stile del video più diretto e intimo ha spinto più clienti, di tutte le età, a cliccare per maggiori informazioni.
Ben Jones, direttore creativo di Google, discute l'esperimento sulla reazione agli annunci in base all’età. Scopri di più su Think with Google: How Demographics and Storytelling Style Affect Video Ad Effectiveness (Come i dati demografici e lo stile della narrazione influenzano l'efficacia degli annunci video).

Unskippable Labs: un montaggio diverso per i dispositivi mobili

Il posto in cui raccontiamo le storie dovrebbe cambiare il modo in cui le raccontiamo? Unskippable Labs ha preso un annuncio di successo, "Come Alive" di Mountain Dew Kickstart, e l'ha rimontato in tre modi diversi per capire come cambia la narrazione sui telefoni cellulari. Ecco cosa hanno scoperto:

  • L'inaspettato può essere efficace. L'annuncio  intitolato "Pure Fun" non aveva una trama o una struttura, ma è stato comunque guardato sui telefoni cellulari con una percentuale del 26% più alta rispetto agli altri montaggi.
  • Un numero maggiore di utenti ha preferito guardare "Pure Fun" sui telefoni cellulari piuttosto che sui computer fissi e l’ha guardato per un periodo di tempo più lungo. Con 1 minuto e 33 secondi, “Pure Fun” era tre volte più lungo degli altri annunci. Avendo la possibilità di guardare di più, la gente l'ha fatto.7
David Lubars, direttore del reparto creativo di BBDO Worldwide, John Osborne, presidente e CEO di BBDO New York, e Tim Bayne, direttore esecutivo del reparto creativo di BBDO New York, discutono l'esperimento sul montaggio per dispositivi mobili. Scopri di più su Think with Google: Mobile Video Advertising: Making Unskippable Ads (Pubblicità video per telefoni cellulari: creare annunci che non possono essere saltati).

Cose da ricordare

  1. Dopo aver fatto un esperimento con gli annunci bumper, YouTube e Netflix hanno scoperto che i video in formato corto possono incrementare il ricordo dell'annuncio, l’awareness del marchio e l'interesse nel prodotto.
  2. Una bella storia può catturare e tenere viva l'attenzione di un pubblico nonostante la tentazione del pulsante "Salta". Anticipando l'arco narrativo e inserendo prima il brand sullo schermo, gli utenti sono incoraggiati a continuare a guardare.
  3. Gli utenti di tutte le età sono stati più attratti dall'annuncio più curato rispetto alle altre versioni e il pubblico più giovane ha preferito la versione più intima.
  4. L'intervallo di attenzione si starà anche accorciando, ma gli utenti guardano ancora i contenuti in formati lunghi, persino preferendoli ai formati corti, se ne hanno la possibilità.

Formati emergenti di annunci video

Mentre sperimenti le diverse lunghezze degli annunci per aumentare la durata delle visualizzazioni e favorire il coinvolgimento, prendi in considerazione formati che possono aiutarti a entrare in connessione con il tuo pubblico e far immergere gli utenti nella storia del tuo brand. Manda in streaming i video in tempo reale con YouTube Live, condividi risposte spontanee a eventi, notizie e unboxing. E se le tue idee si prestano alle esperienze interattive, con i video a 360° gli utenti potranno esplorare gli ambienti che crei.

Live Streaming: prepara l'evento

  • Programma.

Crea l'URL in anticipo, almeno 48 ore prima dell'evento. Condividi il link sulle tue piattaforme social.

  • Organizza.

Configura le funzioni e i metadata (titolo, descrizione, tag) dell'evento così la gente potrà trovare il tuo video. Usa le parole chiave più ricche e aggiungi una miniatura personalizzata.

  • Promuovi.

Aggiorna la grafica del canale, crea un trailer dell'evento, aggiungi una sezione live stream al canale e usa i contenuti in evidenza per promuovere lo streaming.

Live Streaming: gestisci l'evento

  • Informa.

Usa slate, scritte in sovrimpressione e filigrane per informare il tuo pubblico. Inizia a trasmettere qualche minuto prima con una slate pre-evento.

  • Coinvolgi.

Invita gli utenti a partecipare al broadcast, offri speciali del dietro le quinte e usa le schede. Includi domande e interazioni del pubblico nel copione.

  • Chatta.

Fai molta attenzione a cosa dice la gente e dedica risorse alla moderazione e alla gestione della community.

Live Streaming: misura l'impatto dell'evento

  • Misura.

Usa la Cabina di regia e YouTube Analytics per raccogliere dati e prendi ispirazione dalle tue scoperte per gli eventi futuri. Controlla i rapporti sulla sorgente del traffico, visualizza le posizioni e i dispositivi e usali come aiuto per pianificare pubblicità future.

  • Mostra.

YouTube archivia fino a 8 ore di eventi live (4 ore per 360º Live). Prendi in considerazione l'idea di usare un archivio locale per gli eventi più lunghi. Usa clip di highlight per caricare i momenti migliori durante la trasmissione.

  • Promuovi.

Pubblica i momenti migliori su temi e argomenti unici, come clip del dietro le quinte o video che completano il live stream originale.

Annunci video a 360º

Gli annunci a 360º fanno entrare gli utenti nel video, permettendo loro di controllare cosa vedono da dentro l'inquadratura. È un'esperienza attiva: possono esplorare terreni estesi e gareggiare (o sciare) con i volti della tua campagna. Ma questi annunci favoriscono davvero un maggior coinvolgimento rispetto agli annunci video standard? Per scoprirlo, Google ha collaborato con Columbia Sportswear creando due campagne simili con TrueView. Ciascuna campagna comprendeva un annuncio di 60 secondi per Columbia Sportswear, uno era un video a 360º e l'altro era un video standard. Entrambi i video contenevano inviti a passare alla versione estesa.

I risultati? L'annuncio video a 360° ha avuto un tasso di fidelizzazione più basso dell'annuncio standard, ma ha avuto una più alta percentuale di clic sui link, quindi gli utenti erano più interessati a guardare la versione completa del video dopo averlo visto. In totale, l'annuncio a 360º ha favorito il 41% di azioni in più rispetto all'annuncio standard e un maggiore coinvolgimento con il canale YouTube di Columbia.8 Scopri di più su Think with Google: Is 360 Video Worth It? (Vale la pena di usare i video a 360°?)

La versione standard dell’annuncio inquadrava le sciatrici, con inquadrature aeree e a grandangolo delle discese e del paesaggio.
Con la versione a 360° dell'annuncio, il pubblico entrava sulla pista da scii e poteva esplorarlo indipendentemente.

Cose da ricordare

  1. Il live streaming permette di trasmettere i contenuti al pubblico in tempo reale e di interagire con gli utenti in modo genuino.
  2. Con i video a 360º immergono il pubblico nella storia del brand dandogli la possibilità di spostarsi all'interno dei video.
Ottimizzazione organica