Il produttore di calzature Clarks ha migliorato l'impatto delle sue campagne online utilizzando gli elenchi per il remarketing per gli annunci della rete di ricerca (RLSA). Questi gli hanno permesso di analizzare l'attività degli utenti sul suo sito web e di ottimizzare di conseguenza le offerte per gli annunci pay-per-click (PPC). I risultati sono stati impressionanti: un tasso di conversione generico del 15% per il traffico generato dagli RLSA e tassi di conversione del 4,5% per i visitatori di ritorno sul sito, a fronte dello 0,68% dei nuovi visitatori. Anche il ritorno sull'investimento è stato sorprendente, poiché gli RLSA hanno generato guadagni pari a sei volte le somme investite.

Il produttore di calzature Clarks, l'azienda più grande del mondo nel settore delle calzature casual ed eleganti, voleva ottimizzare la sua presenza online. La rapida crescita del suo sito web negli ultimi sei anni esprime bene il ruolo sempre più centrale che internet ha assunto per il suo business. "Sembrava logico partire dalle nostre campagne sulla rete di ricerca che avevano riscosso maggior successo e abbinarle al retargeting avrebbe potuto generare ottimi risultati", afferma John Ashton, a capo del Retail multicanale di Clarks.

Gli annunci di remarketing sulla rete di ricerca hanno permesso a Clarks di proporre messaggi differenziati a chi cerca i suoi prodotti su Google

I tag aprono nuove possibilità

Gli RLSA di AdWords hanno offerto l'occasione ideale per ottimizzare le campagne di ricerca in base al comportamento degli utenti che visitano il sito di CLarks. Utilizzati dapprima sulle più grandi campagne pubblicitarie sul sito, i tag RLSA hanno consentito al team di mettere a punto la pubblicità di Clarks su AdWords nei seguenti modi:

• Attraverso la costruzione dei modelli di remarketing in base alle precedenti attività dei visitatori sul sito Clarks

• Personalizzando gli annunci pubblicitari in modo da adattarli a tali modelli

• Stabilendo di conseguenza le offerte per i singoli utenti in modo da limitare la possibilità di essere battuti sul prezzo d'asta per le parole chiave generiche ad alto costo.

I vantaggi sono stati subito evidenti.

"Collocando i tag di remarketing di Google su ogni pagina del sito Clarks e creando elenchi basati sulle interazioni degli utenti con il sito, gli annunci di remarketing hanno consentito a Clarks di fornire alle persone giuste il messaggio giusto nel momento in cui effettuavano le loro ricerche su Google", dice Anton McMenamin, Account Manager di Google.

I numeri del successo

L'analisi dei risultati, disponibili quasi subito dopo avere implementato i tag di remarketing, dimostrava quanto questi avessero avuto un forte impatto. Il team ha scoperto che il 15% delle conversioni generiche veniva generato grazie agli RLSA, con un impressionante tasso di conversione del 4,5% di ritorno sul sito a fronte dello 0,68% dei nuovi visitatori.

Con la possibilità di personalizzare i testi dei messaggi grazie ai tag – in modo che, per esempio, i clienti alla ricerca di calzature per la scuola vedessero gli annunci pertinenti alla loro ricerca – la tecnologia ha prodotto un modello pubblicitario più efficace. "Il ritorno sugli investimenti è stato fantastico", dice John Ashton. "Per ogni centesimo speso, ne abbiamo guadagnati sei. Abbiamo avuto risultati eccezionali."

Prospettive per il futuro

Clarks è rimasta così colpita dai risultati che gli RLSA le hanno permesso di ottenere, che ha in programma di continuare ad utilizzarli per le sue campagne future. Consentendole di collocare le sue offerte in modo più strategico nelle aste per le parole chiave, questa tecnologia ha incrementato la competitività dell'impresa e l'ha aiutata a collegare più clienti con i prodotti potenzialmente di loro interesse.

Ci sono stati anche altri vantaggi: oltre a rafforzare la posizione di Clarks come azienda innovatrice, gli RLSA hanno contribuito ad alimentare e ad approfondire i valori che hanno sostenuto l'azienda nei suoi 188 anni di storia. "Il retargeting personalizzato ci permette di tornare alla relazione più personale che si creava tra commerciante e cliente una volta", afferma John Ashton. "Il retargeting è una delle cose che ci consente di offire al consumatore un’esperienza più personalizzata."