Quando il rivenditore di orologi di lusso usati Watchfinder ha scoperto che meno dell'1% dei clienti effettuava un acquisto durante la prima visita al sito, ha capito che era arrivato il momento di agire. Grazie al remarketing con Google Analytics ha ottenuto informazioni preziose che gli hanno consentito di entrare nuovamente in contatto con i visitatori del sito, incoraggiarli a tornare e completare un acquisto. In soli sei mesi, i risultati sono stati eccezionali ed è stato raggiunto un ROI del 1.300%.

Watchfinder è il primo rivenditore nel Regno Unito di orologi usati di lusso. L'azienda è stata fondata nel 2002 come negozio solo online per la vendita di orologi delle 80 marche più prestigiose. Oggi, ha un fatturato annuo di 25 milioni di sterline e di recente ha aperto un negozio esclusivo nel London Royal Exchange.

Contare le ore

Considerato che il valore medio degli ordini sul sito di Watchfinder è di più di £ 3.500, l'azienda ha capito che le decisioni di acquisto richiedevano tempo, a volte anche settimane o mesi. Infatti, meno dell'1% dei visitatori completava gli acquisti durante la prima visita al sito. La sfida di Watchfinder consisteva nel coinvolgere nuovamente e instaurare un dialogo con questi visitatori, per incoraggiarli a tornare e ordinare un articolo. Oltre a far tornare i clienti sul sito, Watchfinder voleva anche incoraggiare i clienti a visitare la sede del nuovo negozio nel London Royal Exchange.

Un momento per entrare nuovamente in contatto

L'agenzia di Watchfinder, Periscopix, un Partner certificato di Google Analytics, ha suggerito il remarketing con Google Analytics come metodo per entrare nuovamente in contatto con gli utenti. Il remarketing con Google Analytics consente agli inserzionisti di sfruttare le informazioni sui visitatori del sito web che mostrano un interesse nei confronti del prodotto, identificare i segmenti di pubblico più pertinenti e pubblicare annunci personalizzati sulla Rete Display di Google in base a tali segmenti di pubblico utilizzando le funzioni di segmentazione più potenti del settore.

Periscopix ha creato 20 elenchi di visitatori altamente mirati che hanno mostrato un'intenzione di acquisto ma non hanno acquistato. In particolare, gli elenchi prendevano in considerazione diversi aspetti del contesto degli utenti quali località, lingua e fase della canalizzazione di acquisto. Il comportamento sul sito ha consentito di identificare i gruppi che trascorrevano una certa quantità di tempo sul sito o che avevano visualizzato un determinato numero di pagine. Per altri elenchi sono stati presi in considerazione gli utenti che hanno visualizzato una marca specifica di orologi sul sito.

Inoltre, dall'analisi del rendimento del traffico in diverse dimensioni di Google Analytics è emerso che alcuni provider Internet della città di Londra generavano un traffico di utenti maggiormente coinvolti, oltre a tassi di conversione superiori alla media. Periscopix ha quindi creato segmenti di interesse per le banche di investimento, ad esempio JPMorgan e Goldman Sachs, con l'obiettivo di attirare l'attenzione dei loro dipendenti.

La funzionalità di Google Analytics ha permesso a Periscopix di inviare messaggi personalizzati a questi gruppi di utenti interessati. Ad esempio, gli utenti che si trovavano a Londra sono stati oggetto di retargeting tramite annunci che li incoraggiavano a visitare il nuovo negozio di Londra, mentre i visitatori del sito .co.uk che si trovavano in Francia erano oggetto di retargeting con annunci che promuovevano il sito francese.

Tempo ben speso

Grazie ai rapporti di facile lettura di Google Analytics, gli straordinari risultati della campagna di remarketing di Watchfinder non sono passati inosservati. In sei mesi, Periscopix ha fatto registrare un ritorno sull'investimento del 1.300%. Inoltre, il valore medio degli ordini sul sito è aumentato del 13%, con una conseguente riduzione del CPA del 34% rispetto alle campagne nella rete di ricerca non correlate al brand di Watchfinder.

Tra tutte le strategie utilizzate, l'elenco per il remarketing che ha generato i tassi di conversione più alti in termini di obiettivi e transazioni era composto dagli utenti che avevano trascorso almeno 10 minuti sul sito durante la prima visita senza però effettuare un acquisto.

Visto l'iniziale successo del remarketing con Google Analytics nella Rete Display di Google, Watchfinder ha in previsione di investire di più in futuro.