Un tempo i consumatori effettuavano ricerche online seduti alla propria scrivania. Ma l’incremento nell’utilizzo dei dispositivi (dagli smartphone ai tablet agli orologi) ha cambiato radicalmente la dinamica delle ricerche locali. Grazie a una connettività mobile costante le ricerche degli utenti avvengono ora nell’arco di tutta la giornata, siano queste indirizzate a ottenere informazioni generiche oppure ricerche locali per individuare prodotti, punti vendita nelle vicinanze e così via.

Desideravamo capire in che modo le persone utilizzano la ricerca tramite smartphone in sei verticali: viaggi, finanza, vendita la dettaglio, attività locali, tecnologia e media/intrattenimento. In particolare volevamo capire quale fosse l'oggetto delle ricerche locali e le azioni intraprese successivamente in base ai risultati.

Utilizzando i dati di due fonti, abbiamo usato un nuovo approccio che ci ha permesso di intervistare in modo pertinente 3.000 utenti che eseguono ricerche su smartphone. I dati di Ipsos Access Panels sono incentrati sull'utilizzo e sul comportamento degli utenti in merito a ricerche generiche e locali su diversi dispositivi e per diversi settori, mentre dai dati di Google Consumer Surveys è emerso un comportamento di ricerca locale specifico per ogni settore. La ricerca ha permesso di individuare i seguenti tre aspetti:

  • Quando i consumatori cercano un prodotto, la ricerca a livello locale è importante quanto una ricerca generica.
  • Spesso alle ricerche locali seguono azioni intraprese entro un breve lasso di tempo.
  • I consumatori desiderano ricevere annunci personalizzati a livello locale.

Analizziamo nel dettaglio ciascuna affermazione.

La ricerca a livello locale è importante quanto una ricerca generica

Le ricerche generiche (ad esempio una richiesta su un prodotto in generale, sui prezzi o sui brand) sono fondamentali per il 93% degli utenti di smartphone che hanno partecipato al sondaggio. Il 91% utilizza gli smartphone per eseguire ricerche locali, comprese richieste di indicazioni stradali, disponibilità dei prodotti, informazioni sulle vendite, assistenza clienti e livelli apprezzamento. La ricerca più comune riguarda gli orari di apertura (56%), seguita dalla disponibilità dei prodotti (41%) e dalle indicazioni stradali (40%). Se l’obiettivo è quello di offrire rapidamente informazioni più pertinenti possibili ai consumatori, tali informazioni andrebbero incluse negli annunci degli inserzionisti.

Le ricerche generano un'azione

L'86% degli utenti smartphone del campione in oggetto ha intrapreso un'azione dopo aver eseguito una ricerca, mentre il 47% ha agito entro un'ora dalla ricerca. Tra gli utenti che hanno intrapreso un'azione in seguito a una ricerca, il 57% ha agito secondo quanto programmato prima della ricerca, mentre gli altri utenti hanno agito d'istinto. In media, in tutti i verticali il 62% ha dichiarato che la ricerca online ha contribuito fortemente alla scelta del prodotto o del servizio acquistato.

Inoltre abbiamo notato che le ricerche su smartphone sono state utilizzate durante l'intero percorso di acquisto e che 7 consumatori su 10 nei sei verticali le hanno utilizzate per trovare nuove idee, mentre 1 consumatore su 4 le ha usate prima di effettuare un acquisto. La conclusione? Per avere successo gli inserzionisti dovrebbero essere sempre presenti durante il percorso del cliente.

Gli annunci dovrebbero essere personalizzati in base alla situazione dell'utente

Dal sondaggio è emerso che oggi i consumatori si aspettano di visualizzare risultati pertinenti personalizzati in base al luogo in cui si trovano. Per 2 consumatori su 3 gli annunci della rete di ricerca dovrebbero essere adattati alla città, al codice postale o alle vicinanze immediate. Gli annunci locali e basati sulle attività sono ideali per soddisfare queste aspettative, dato che gli inserzionisti possono includere informazioni quali l'indirizzo del negozio, le indicazioni per recarsi in un negozio nelle vicinanze o il numero di telefono.

In realtà, il 75% degli utenti di smartphone intervistati ha eseguito almeno una ricerca locale, il che sottolinea l'importanza delle recensioni, dei pulsanti click-to-call e di altre opzioni locali. Il pulsante "Indicazioni stradali" di AdWords sembra essere la funzione più utilizzata sugli smartphone (44%), seguita dalle recensioni e dalle valutazioni (43%).

Conclusione

Le ricerche locali aiutano i consumatori a risolvere immediatamente i problemi. Ricorrendo a una strategia locale che prende in considerazione la posizione fisica dei consumatori, le aziende possono fornire agli utenti le informazioni necessarie per intraprendere un'azione. Informazioni quali la disponibilità del prodotto in negozio nonché gli indirizzi e le indicazioni per raggiungere il punto vendita sono fondamentali per concludere il processo di acquisto.