Radio Deejay unisce TrueView Standard e TrueView for Reach per incidere su interesse e ampiezza del pubblico

Per promuovere su YouTube la nuova trasmissione di punta, Radio Deejay ha utilizzato in combinazione i due formati TrueView Standard e TrueView for Reach. Senza rinunciare a lasciare il segno tra gli appassionati, quest’approccio data driven ha raggiunto anche un pubblico più ampio ad un costo contenuto.

Informazioni su Radio DeeJay
Emittente radiofonica italiana
Fondata nel 1982
Seconda radio più seguita in Italia
Gli obiettivi
Promuovere un nuovo programma con un conduttore d’eccezione
Promuovere il programma tra gli ascoltatori fidelizzati
Aumentare la base di ascoltatori
L' approccio
Utilizzo di audience targeting relativi alla mondo musicale
Utilizzo di segmenti di audience di prima parte, come liste di Google Analytics e visitatori del canale YouTube
I risultati
-52% il cost per view di TrueView for Reach vs TrueView In-Stream standard
+24% di reach combinando TrueView for Reach con TrueView In-Stream vs TrueView In-Stream
36% di completed views
32% di Ad Recall

La radio diretta da Linus ha scelto YouTube come piattaforma privilegiata per promuovere il lancio del loro nuovo programma. Aperto nel 2006, oggi il profilo di Radio Deejay conta centinaia di video, 32 milioni di views e oltre 300 mila like.

Nello spot il conduttore della trasmissione in questione si rivolge direttamente allo spettatore chiedendogli di non “saltare” l’annuncio a piè pari. La campagna pubblicitaria, realizzata in collaborazione con l’agenzia media Mindshare, è stata sviluppata per un target dai 25 ai 44 anni tra gli appassionati di musica internazionale, pop, italiana e di social media.

Gli obiettivi

Da un lato raggiungere gli ascoltatori di Radio Deejay già inclini all’inserzione. Dall’altro raggiungere utenti potenzialmente interessati, individuati con Google Analytics e lo stesso canale YouTube. Oltre ad un utilizzo creativo del formato pubblicitario, che è utile per avvicinare questa seconda fascia di utenti, una sfida di questo tipo richiede una solida strategia data driven. Per questo motivo l’ad integra una combinazione di due diversi formati pubblicitari: TrueView Standard e TrueView for Reach.

L’approccio

TrueView for Reach è skippabile proprio come la versione standard, ma il costo viene calcolato su una base di 1000 visualizzazioni iniziali di circa 2 secondi: è pensato per estendere il pubblico mantenendo un prezzo vantaggioso rispetto al formato classico. Mentre TrueView Standard mira a coinvolgere le persone più propense a visualizzare l’intero annuncio, TrueView for Reach punta a toccare una platea più vasta ad un minor costo.

I risultati

La campagna ha raggiunto quasi 5 milioni di utenti unici con il 36,3% di View Through Rate. È cresciuto il pubblico che ha memorizzato il contenuto, con un Ad Recall maggiore del 31,3%, mentre il gradimento della creatività è stato misurato con un Lift in creative interest del 32,6%.

Se TrueView for Reach offre già un risparmio del 52% sulla versione standard per ogni singola view, la combinazione con TrueView Standard ha permesso a Radio Deejay di raggiungere una reach del 24% in più rispetto al solo utilizzo di quest’ultimo, a parità di budget.

Conclusioni

Nel caso di Radio Deejay è stato utile adottare entrambi i prodotti per assicurarsi, in maniera efficace ed efficiente, l’obiettivo di copertura del target pianificato. Infatti grazie a TrueView Standard è stato possibile raggiungere gli utenti qualitativamente più interessanti per Radio Deejay, mentre grazie a TrueView for Reach è stato possibile raggiungere nuovi utenti, solitamente più difficili da intercettare. 

La banca irlandese AIB fa conoscere il calcio gaelico a milioni di nuovi tifosi su YouTube