Baneasa.ro aumenta le azioni in-app del 180% con Google Firebase

Con oltre 17 milioni di visite ogni anno, il Baneasa Shopping City si affida alla sua app CITY iLOVE per aumentare la fedeltà dei clienti. CITY iLOVE è l'app per centri commerciali più installata in Romania, che offre un programma a premi, la possibilità di pagare il parcheggio, nonché prenotare e pagare biglietti per il cinema, oltre a offerte speciali, schede di negozi, ristoranti e servizi.

Informazioni su Baneasa Shopping City
Centro commerciale
Anno di apertura: 2008
Situato a Bucarest, Romania
Obiettivi
Incrementare le installazioni di app e la creazione di nuovi account
Mantenere invariato o ridurre il costo per installazione
Aumentare il coinvolgimento in-app
Approccio
Implementazione di Firebase per monitorare le azioni in-app, identificare i segmenti di pubblico e creare canalizzazioni di conversione
Definizione dei lead e dei microlead di coinvolgimento, ad esempio registrazioni, accessi e offerte speciali
Pubblicazione di campagne universali per app insieme a campagne nella rete di ricerca e sulla Rete Display di Google
Risultati
Aumento delle installazioni di app del 43%
Riduzione del costo per installazione del 65%
Aumento delle azioni in-app del 180%

L'obiettivo di Baneasa Shopping City era trovare nuovi clienti, incrementare le installazioni dell'app e la creazione di nuovi account, mantenere inalterato o addirittura ridurre il costo per installazione e aumentare il coinvolgimento in-app. Nel tentativo di raggiungere questi obiettivi, iProspect Romania, l'agenzia incaricata della gestione dell'account, ha dovuto affrontare due problemi già noti. Innanzitutto, il numero di utenti che effettuava regolarmente acquisti presso il Baneasa Shopping City non era infinito, per cui esisteva un limite al numero totale di installazioni possibili. In secondo luogo, molti utenti utilizzavano l'app solo per ricevere offerte speciali e informazioni senza creare un account, il che incideva sul coinvolgimento in-app.

iProspect Romania ha iniziato integrando Google Firebase nell'app, il che ha consentito al team di implementare eventi e conversioni, definire segmenti di pubblico specifici, creare canalizzazioni di conversione e monitorare in modo regolare tutte le azioni in-app. Ha quindi definito i lead e microlead di coinvolgimento, tra cui nuove registrazioni di account, accessi all'account, visualizzazione di offerte speciali, scansioni di ricevute, prenotazioni e acquisti di biglietti per il cinema. Per sviluppare creatività e campagne di coinvolgimento in-app efficaci, iProspect ha importato i lead e microlead creati in Firebase e ha adattato le comunicazioni in base all'obiettivo della campagna.

Per avere un maggior controllo su budget e interazioni in-app, ha pubblicato due campagne universali per app. La prima è stata progettata per incrementare gli eventi di registrazione, tra cui la creazione di nuovi account e gli accessi. La seconda invece doveva incrementare altri eventi, quali la prenotazione e l'acquisto di biglietti per il cinema e la scansione delle ricevute. Inoltre, nel tentativo di evitare conflitti tra le campagne, ha pianificato la pubblicazione alternata degli annunci delle campagne.

Per coinvolgere segmenti di pubblico diversi da quelli delle campagne universali per app, iProspect ha anche pubblicato campagne nella rete di ricerca e sulla Rete Display di Google. L'obiettivo delle campagne sulla Rete Display di Google era ricordare al pubblico di interagire con l'app, ad esempio invitando ad aggiungere biglietti per il cinema al carrello acquisti, a prenotare anteprime o a eseguire la scansione delle ricevute nell'ambito del programma fedeltà. Le campagne nella rete di ricerca, invece, erano indirizzate ai segmenti di pubblico Android con messaggi su nuovi film, offerte speciali e brand.

"Calcoliamo sempre un lasso di tempo medio-lungo quando apportiamo modifiche significative alle campagne destinate ai nostri clienti, pertanto un periodo di 30 giorni ci è sembrato ideale per la valutazione dei primi risultati", ha spiegato Sorin Sfetcu, amministratore delegato di iProspect Romania. "Abbiamo cercato di non apportare modifiche radicali alle nostre campagne, per evitare che il sistema di machine learning ricominciasse il processo dall'inizio".

Per un'analisi completa, il team di iProspect ha creato diversi eventi e frequenze. "Per la nostra strategia di ottimizzazione, abbiamo creato un evento per canalizzazione", ha dichiarato Sorin. Sono state aumentate le offerte per gli eventi chiave ed è stata adottata la strategia Smart Bidding di AdWords basata su CPA target, che si affida al machine learning avanzato per ottimizzare automaticamente le offerte per ogni singola asta.

"I risultati migliori e più sorprendenti sono stati registrati dopo aver ottenuto tutti i dati", afferma Sorin. Con le sue operazioni, iProspect Romania è riuscita a incrementare le installazioni dell'app CITY iLOVE del 43%, a ridurre il costo per installazione del 65% e infine a incrementare le azioni in-app di un significativo 180%.

Le entrate generate dalle campagne Shopping di Koçtaş sono aumentate del 567% in seguito a un miglioramento dell'esperienza utente sui dispositivi mobili