La gestione smart dei dati per capire i tuoi clienti

Per essere un professionista del marketing, la prima cosa è conoscere i propri clienti e costruire una relazione con loro. In un mondo digitale come il nostro, in cui i clienti generano montagne di dati e indicatori sulle loro intenzioni, sembrerebbe non esserci niente di più semplice.

Tuttavia, comprendere e sapere come utilizzare questi dati non è sempre una passeggiata. Spesso le informazioni sono talmente tante che filtrarle e distinguere quelle utili e pertinenti da quelle prive di valore diventa una vera e propria sfida. In alcuni casi, invece, gli indicatori sono deboli, ed è un'impresa unire tutti i punti.

Puoi avere a disposizione tutti i dati del mondo, ma non ti serviranno a far crescere la tua attività se non scavi a fondo per comprenderli e accedere alle informazioni giuste. La soluzione è un'analisi dei dati intelligente, da condurre con l'approccio giusto e strumenti adeguati.

Mettendo insieme i dati, le aziende riescono a capire e rispondere meglio alle esigenze dei clienti, spianando la strada per la crescita aziendale.

Unificare i dati e poi misurarli

Per avere successo in un ambiente complesso e competitivo come quello di oggi, i professionisti del marketing devono abbattere le barriere tra reparti, team e canali per consolidare i dati e avere una visione unificata del cliente. Mettendo insieme i dati, le aziende riescono a capire e rispondere meglio alle esigenze dei clienti, spianando la strada per la crescita aziendale.

Il segreto per assistere i tuoi clienti? Utilizzare dati e analisi in modo più efficace

Da dove cominciare? Affronta questo percorso come un processo iterativo. Puoi iniziare gradualmente, collegando l'analisi dei dati web e delle app alla tua tecnologia di gestione dei rapporti con i clienti. È 1,6 volte più probabile che i leader di marketing diano la priorità all'integrazione delle tecnologie e 1,2 volte più probabile che siano utenti avanzati di tali tecnologie rispetto a chi li segue in classifica.1 I leader aziendali aggiornano con maggiore frequenza le metriche e le dashboard per il marketing e danno la priorità a piattaforme tecnologiche integrate per raggiungere i clienti al momento giusto attraverso numerosi touchpoint.

Ulteriori informazioni.

Far collaborare i team responsabili delle app e per dispositivi mobile

A proposito di touchpoint multipli, potrebbe rivelarsi molto utile combinare i team che si occupano di app e di Web mobile in un'unica squadra.

In un momento come questo, in cui gli acquirenti sono sempre più affascinati dalla caccia all'offerta migliore, la ricerca assume un nuovo ruolo fondamentale per l'esperienza di acquisto.

In un momento come questo, in cui gli acquirenti sono sempre più affascinati dalla caccia all'offerta migliore, la ricerca assume un nuovo ruolo fondamentale per l'esperienza di acquisto. Mentre sono in cerca dei prodotti, delle offerte e delle recensioni migliori, gli utenti si spostano continuamente tra app e siti per dispositivi mobili prima di prendere una decisione finale.

Le app sono state a lungo considerate come la piattaforma de facto per coinvolgere clienti fedeli. Ma anche tra gli utenti più assidui, le app devono guadagnarsi il loro posto quando le proprietà sono limitate e di valore. Recenti studi di Google dimostrano che l'87% delle persone afferma di poter essere fedele a un brand senza avere installato la relativa app sul telefono.2 Infatti, il 53% degli utenti di smartphone dichiara di non avere installato sul telefono l'app del proprio brand preferito.3

Ulteriori informazioni.

Il segreto per assistere i tuoi clienti? Utilizzare dati e analisi in modo più efficace

Inoltre, i confini tra app e siti per dispositivi mobili sono sempre più sfocati. In media, una sessione di shopping su dispositivi mobili prevede almeno sei visite a un'app e/o un sito per dispositivi mobili, mentre quasi la metà di queste sessioni include almeno una transazione tra un sito mobile e un'app.4

Ulteriori informazioni.

Questo comportamento dei consumatori richiede una notevole collaborazione tra i team che si occupano di app e quelli che lavorano al Web mobile, perché gli acquirenti si aspettano un'esperienza di ricerca fluida e un facile accesso ai point of sale. Tuttavia, molte organizzazioni continuano a tenere separati questi team, il che si traduce in esperienze utente frammentate.

Ridurre gli sprechi e aumentare le vendite

Quasi il 90% dei professionisti del marketing di qualsiasi tipo di organizzazione concorda sul fatto che comprendere i percorsi effettuati dagli utenti tra i vari canali e dispositivi è un passaggio fondamentale per raggiungere il successo.5 Ecco perché aziende come Bayer e Sprint fanno un uso integrato di dati e tecnologia per arrivare a conoscere il loro pubblico e raggiungerlo al momento giusto.

Il segreto per assistere i tuoi clienti? Utilizzare dati e analisi in modo più efficace

Bayer ha iniziato mettendo in collegamento i suoi sistemi di gestione dei contenuti e di analisi e sviluppando una piattaforma per informazioni di marketing in grado di importare e analizzare un'ampia varietà di comportamenti dei clienti con un unico ID cliente. Ha poi creato un centro di eccellenza per la misurazione dei dati digitali che è alla guida della trasformazione grazie alla stretta collaborazione tra i professionisti di vari team con competenze nel marketing, nei dati e nelle tecnologie. In questo modo Bayer è riuscita a ridurre del 30% le spese non necessarie e a migliorare al contempo il coinvolgimento del cliente di oltre il 50%.6

Gli esperimenti di Sprint riguardavano invece l'impatto della ricerca a pagamento sulle visite in negozio. La domanda era se gli investimenti digitali potessero generare visite al punto vendita oltre che conversioni online. Nell'arco di otto settimane Sprint ha aumentato la spesa per la ricerca a pagamento e ha trovato la risposta alla sua domanda: le vendite digitali hanno avuto un incremento del 20% e le vendite in negozio sono cresciute del 32%.7

Ulteriori informazioni.

Fare affidamento sulla tecnologia

Un altro aspetto a cui aziende come Sprint e Bayer danno importanza è un uso più intelligente dei progressi tecnologici, come il machine learning.

L'intelligenza incorporata e il machine learning possono portare alla luce informazioni preziose più rapidamente, consentendo così al tuo team di dedicare più tempo a intraprendere le azioni necessarie. I professionisti del marketing possono utilizzare il machine learning per dare forma ai messaggi creativi e pubblicare annunci diversi per vari segmenti di pubblico. Inoltre, l'utilizzo di una piattaforma integrata favorisce la cooperazione tra i team e dà accesso a dati e informazioni che fanno da ponte tra i vari team non solo di uno stesso ufficio, ma anche di tutto il mondo.

Infine, i professionisti del marketing più esperti sanno quanto sia importante comprendere il cliente al momento giusto e concentrare l'attenzione su pertinenza e assistenza. Per fare tutto questo e per ottenere il massimo dagli innumerevoli dati a loro disposizione, quelli che puntano a una crescita straordinaria sfrutteranno al meglio tutte le potenzialità dei dati e delle analisi.

Ricerca McKinsey in collaborazione con Google: il comportamento digitale degli italiani e le implicazioni per il settore bancario