The Update: in che modo Google sta spostando gli eventi online

The Update: in che modo Google sta spostando gli eventi online

Series
The Update
Guests
Marcelo Alba, Lead Events and Experiences Strategist at Google
Natalie Zmuda, Global Executive Editor at Think with Google
Published
Agosto 2020

Guarda la nostra nuova serie, The Update. Utilizza le impostazioni di YouTube per selezionare i sottotitoli in italiano.

In questo episodio di The Update, Marcelo Alba, lead events end experiences strategist di Google, condivide come Google ha riconsiderato il suo approccio agli eventi chiave del settore, conferenze e incontri con i clienti negli ultimi mesi.

0:01

Il copione che abbiamo seguito negli ultimi due anni è diventato carta straccia.

0:06

Le cose sono cambiate profondamente.

0:10

[LE ESIGENZE SONO CAMBIATE] Le esigenze sono cambiate e di conseguenza anche il nostro settore deve cambiare

0:13

[PROGETTA PER LE ESIGENZE IMMEDIATE DELLA GENTE] per adattarsi alle esigenze immediate della gente.

0:15

In questo episodio di The Update,

0:18

Marcelo Alba della divisione Events and Experiences di Google

0:20

ci racconta

0:24

[RISCHI E OPPORTUNITÀ DI PORTARE GLI EVENTI ONLINE] dei rischi e delle opportunità che i brand affrontano portando online i propri eventi.

0:30

[Natalie Zmuda, Responsabile editoriale, Think with Google] [Marcelo Alba, Lead Creative Strategist Events & Experiences, Google] Quindi, mentre il tuo team studia lo scenario,

0:34

[Natalie Zmuda, Responsabile editoriale, Think with Google] [Marcelo Alba, Lead Creative Strategist Events & Experiences, Google] cosa sei riuscito a scoprire? Quali approcci o tecniche si sono rivelati particolarmente utili?

0:38

Quando le cose cambiano, ascolta e fai domande.

0:41

Abbiamo dedicato molto tempo e spazio all'ascolto, sia in Google

0:44

che a beneficio di altre platee

0:46

per comunicare al meglio le nostre esperienze e i nostri eventi.

0:47

E penso che

0:49

[Cos'è utile?] abbiamo fatto domande

0:51

[Cos'è utile? Cos'è d'aiuto?] come: Cos'è utile? Cos'è d'aiuto?

0:56

[Cos'è d'aiuto? Quali tipologie di contenuti preferisci?] Quali tipologie di contenuti preferisci ora e quali hanno più senso?

0:57

[Cosa stai guardando?] E anche: Cosa stai guardando?

1:01

In questo modo possiamo progettare per l'utente di oggi

1:04

invece che per quello di tre mesi fa.

1:08

Comunque, la richiesta di contenuti resta altissima e

1:11

gli eventi virtuali sono diventati uno spazio molto frequentato da un giorno all'altro.

1:13

Quindi, quali consigli daresti ai brand che provano a distinguersi?

1:18

Penso serva capire come integrare tre punti chiave.

1:20

Il primo è la tua clientela.

1:22

[Esigenze della clientela] Quali sono le loro esigenze in questo periodo.

1:24

[Esigenze della clientela] È un periodo particolare e la gente ha esigenze molto complesse.

1:27

[Esigenze della clientela] Durante questo periodo, cosa reputeranno più importante?

1:31

[Esigenze di business] Il secondo è capire quali sono le tue esigenze di business

1:33

[Esigenze di business] Qual è il messaggio chiave da veicolare in questo momento?

1:38

[Esigenze di business] Come possiamo creare una soluzione che operi in contemporanea su questi due punti?

1:41

[Mostrare il Brand] Il terzo punto si concentra su come intendi mostrarti in quanto Brand.

1:44

[Mostrare il Brand] Come ci si deve comportare sul mercato?

1:46

[Mostrare il Brand] È un brand spensierato? È molto ricercato?

1:48

[Mostrare il Brand] In che modo si presenta?

1:49

E penso che il risultato dell'integrazione di questi tre punti

1:54

ti permetterà di mettere in mostra ciò che farai esprimendo la tua personalità.

1:58

Puoi raccontarmi cosa distingue un evento live da un evento pre-registrato?

2:00

Come faccio a sceglierne uno in particolare?

2:05

Penso che la domanda da porci è se c'è un motivo specifico

2:07

[Perché l'evento dovrebbe essere live?] per cui l'evento debba essere live

2:10

[Perché l'evento dovrebbe essere live?] A meno che non ci sia un motivo specifico,

2:15

[Perché l'evento dovrebbe essere live? Offre ai partecipanti la possibilità di interagire. Si svolge in diretta in un certo luogo e momento.] come offrire ai partecipanti la possibilità di interagire, o qualcosa che deve necessariamente svolgersi in diretta,

2:19

[Perché l'evento dovrebbe essere live? Offre ai partecipanti la possibilità di interagire. Si svolge in diretta in un certo luogo e momento.] [Offre ai partecipanti la possibilità di interagire fra loro.] o la possibilità che i partecipanti facciano rete prima o dopo uno specifico evento live,

2:22

spesso e volentieri non conviene che questo sia live.

2:26

È molto più logico pianificarlo, coreografarlo,

2:31

registrarlo, ripetendolo se non va come deve, montarlo e presentarlo al pubblico.

2:33

Così, l'evento diventa più raffinato,

2:38

e leggermente più in linea con il tipo di contenuti online fruiti dalla gente in questo periodo.

2:40

Così, se hai difficoltà a rispondere a una domanda come:

2:43

C'è un motivo specifico per cui un evento dovrebbe essere live?

2:45

c'è una buona possibilità che non ce ne sia bisogno.

2:51

Quindi, come decidi il tipo di piattaforma che dovrebbe ospitare il tuo evento?

2:54

La domanda sulla piattaforma è interessante

2:55

perché essenzialmente

3:00

[Quale media utilizzi?] si riferisce a quale media usare per veicolare il tuo messaggio o per ospitare l'evento.

3:03

[Quale media utilizzi?] E credo che assomigli molto

3:04

al media planning.

3:05

Si ritorna alla scelta dei tuoi obiettivi.

3:10

Per esempio, se il tuo obiettivo è la riconoscibilità scegli un media dall'ampia diffusione come YouTube.

3:16

Se il tuo obiettivo è coinvolgere, punta su media attrattivi

3:20

ma di minore diffusione come può essere Google Meet.

3:25

Così, dopo aver messo in chiaro cosa stai puntando e gli obiettivi da raggiungere,

3:28

puoi iniziare a identificare quali canali saranno più utili

3:32

per poi organizzare il tuo evento nel canale prescelto.

3:35

Quindi, per i brand impegnati a individuare le metriche di questi eventi online,

3:37

hai qualche consiglio da fornire loro?

3:38

Pensa alle metriche non tanto nell'ottica

3:40

[pianificazione di eventi tradizionali] della pianificazione di un evento tradizionale

3:43

[pianificazione di eventi tradizionali] ma più che altro

3:45

[pianificazione di media digitali] come la pianficazione di media digitali.

3:47

[pianificazione di media digitali] Non si tratta solo di contare

3:50

le presenze o le visualizzazioni.

3:56

Oggi come oggi si tratta di capire quale contenuto sia stato più impattante.

3:59

Quale abbia avuto il più alto tasso di interazione.

4:01

Quale sia stato visualizzato per più tempo.

4:06

Quale ha portato la gente a visualizzare altri contenuti o a scoprire un'altra esperienza.

4:10

Il passaggio al digitale rende possibile tenere traccia di queste metriche.

4:14

Quindi penso che l'assoluta chiarezza sul percorso

4:17

e su come coinvolgere la gente all'interno di questo percorso,

4:21

oltre a un lavoro di pianificazione e monitoraggio

4:25

sarà davvero utile per definire il valore di questi fattori da qui in avanti.

4:28

Fra i progetti a cui sta lavorando il tuo team, qual è quello che ti intriga di più?

4:32

Ce ne sono diversi che mi intrigano molto. Uno in particolare

4:34

[BRANDCAST] lo presenteremo alla prossima conferenza NewFront

4:35

ed è noto come Brandcast.

4:37

Stiamo lavorando a un progetto chiamato Brandcast Delivered.

4:39

[Brandcast Delivered] Brandcast non può accadere

4:41

dal vivo

4:45

così, quando abbiamo iniziato a immaginare una versione virtuale di Brandcast,

4:47

ci siamo chiesti

4:50

[Qual è il contesto?] in quale contesto verrà visualizzato dalla gente.

4:52

[Qual è il contesto?] Probabilmente sul divano di casa.

4:55

[Qual è il contesto?] Oppure nello studio. Ma sicuramente, dentro casa.

4:59

[Qual è il contesto?] Quindi, dobbiamo portare qualcosa di unico nelle loro case

5:03

mentre lo stanno visualizzando in un browser con probabilmente 13 o 15 schede aperte

5:06

per cui dobbiamo restare concentrati

5:09

per farli restare concentrati sui nostri contenuti senza diventare semplice rumore di fondo.

5:12

Quindi, abbiamo sviluppato questo concetto

5:13

[Brandcast Delivered] noto come Brandcast Delivered

5:18

[Brandcast Delivered] dove le tematiche e gli argomenti preferiti dagli utenti

5:25

vengono raccolti, elaborati e riproposti tramite contenuti realizzati su misura per loro.

5:27

[Contenuti personalizzati] Quindi, sono contenuti personalizzati

5:32

[Contenuti personalizzati] dedicati a tutte le novità più esaltanti in uscita su YouTube.

5:39

Ma questo è fatto in modo da essere più centrato sugli interessi della gente perché sono loro a scegliere i contenuti.

5:41

Quindi, quale pensi sia il futuro del settore degli eventi?

5:43

Quali sono le prospettive a lungo termine?

5:45

Immagino un mondo dove gli eventi virtuali

5:51

possano portare benefici agli eventi tradizionali e viceversa.

5:55

Storicamente, due mondi che sono sempre stati divisi

5:58

ora sono uniti e integrati per aiutarsi a vicenda.

6:03

La gente vuole socializzare, prendersi un caffè. Cerca il contatto umano.

6:07

Vuole imparare e per questo gli incontri di persona continueranno a essere molto apprezzati.

6:11

Ora penso che tutto questo possa svolgersi a livello digitale

6:12

aprendo le porte ad un pubblico sempre più vasto

6:14

e questo è un aspetto veramente entusiasmante.

6:17

Credo ci sia una quantità di interazioni digitali

6:19

che possiamo iniziare a trasferire nel mondo reale.

6:24

E questo cambierà il settore degli eventi tradizionali ed il modo in cui la gente interagisce.

6:27

Quindi, penso che l'unione di questi due mondi

6:28

non farà altro che

6:32

[Nuove opportunità] sprigionare nuove opportunità di sviluppo del settore e anche questo è davvero entusiasmante.

6:34

[The Update Think with Google]