5 previsioni di marketing digitale per la ripresa economica post-pandemia

Carolyn Scott, Miguel Avalos / Ottobre 2020

La pandemia di COVID-19 ha influito profondamente sulle attività e sull'economia in generale. Nel corso della crisi, molte aziende hanno adottato soluzioni a breve termine per gestire l'accelerazione dell'adozione del digitale e far fronte alle esigenze dei consumatori in continuo cambiamento. Poiché il passaggio al digitale non è un processo che verrà interrotto né invertito, ora è il momento di valutarne l'importanza e l'impatto per il resto dell'anno e per il 2021. Gli strumenti digitali si sono rivelati un'ancora di salvezza durante il lockdown e potranno essere un catalizzatore per la ripresa delle attività. Ma quali altri aspetti saranno fondamentali per affrontare questo periodo? Abbiamo raccolto 5 previsioni per questa ripresa economica post-pandemia che possono esserti utili per focalizzarti sulle iniziative strategiche necessarie e per rilanciare la crescita della tua attività.

1. La trasformazione digitale sarà essenziale per accelerare la ripresa economica e la crescita aziendale

Cam St

Questo periodo di incertezza probabilmente non vedrà la fine nemmeno nel 2021 e ciò significa che le aziende non devono concentrare la loro attenzione su soluzioni a breve termine, ma sulla realizzazione di una trasformazione digitale a lungo termine. È già stato previsto un cambiamento permanente nel comportamento dei consumatori, caratterizzato da una spiccata preferenza per gli acquisti online e da percorsi dei clienti sempre più digitali man mano che le esigenze e gli interessi dei consumatori si evolvono rapidamente.

Per rispondere a questa domanda in continuo cambiamento, le attività devono ripensare i propri modelli aziendali, adottare approcci agili, eseguire l'upgrade delle funzionalità tecniche e dare priorità alle decisioni basate sui dati. Un'automazione e una misurazione più smart possono rivelarsi strumenti particolarmente utili per attirare una domanda altalenante e far fruttare ancora di più gli investimenti nel marketing. Le aziende con avanzate competenze digitali possono ottenere un vantaggio nella creazione di relazioni a lungo termine con i clienti tramite l'utilizzo di strategie basate sui dati proprietari e sul framework per uno scambio di valore trasparente. Organizzando i team in modo che siano attenti e pronti a rispondere alle esigenze dei consumatori in continuo cambiamento, è possibile rimanere competitivi in questo periodo dinamico.

L'accelerazione dell'adozione del digitale a livello mondiale ha solo rafforzato l'idea che una maturità nel marketing digitale sia più che necessaria. Le aziende che sfruttano questo momento come una spinta verso una trasformazione nell'ambito del marketing digitale non solo risponderanno con maggiore agilità ai mercati attuali, ma avranno anche un framework più sostenibile per il futuro.

2. La diffusione dell'adozione dell'e-commerce rende maggiormente necessario lo sviluppo di strategie multicanale

TH image

In un mondo così profondamente cambiato, si può tendere a sottovalutare lo scopo e il potenziale dell'esperienza in negozio quando si tratta di pianificare la ripresa. Negozi sovraffollati, caotici e disorganizzati sono solitamente una nota dolente per gli acquirenti offline. Con la pandemia è emersa anche un'ulteriore difficoltà data dal numero limitato di visitatori ammessi nei negozi, dalle lunghe file e dai rischi per la salute. Inoltre, questa situazione ha favorito una rapida digitalizzazione, che negli ultimi mesi si è tradotta in un passaggio delle transazioni da offline a online.

Ma non è tutto. Gli acquirenti ora navigano tra i vari canali più di quanto non abbiano mai fatto, unendo le interazioni offline e online all'interno di singoli acquisti, con l'aspettativa di un percorso del cliente fluido e senza problemi. Questo significa che l'esperienza di acquisto fisica può rimanere e sarà cruciale. Gli acquirenti offline hanno esigenze primarie, sono spinti da una necessità immediata e motivati dall'opportunità di interagire in un'esperienza fisica.

I retailer di domani dovranno ripensare l'esperienza nei negozi, puntando a creare un ambiente sicuro e confortevole e a trasformare i negozi fisici in coinvolgenti showroom multicanale che danno priorità agli interessi e alle esigenze principali dei clienti. I fattori determinanti includono opzioni di ritiro click-and-collect e un'ampia gamma di metodi di pagamento, come pagamenti contactless con dispositivi mobili, pagamenti self-service e online.1 Lo strumento Grow My Store può aiutarti a valutare il tuo e-commerce in base a questi fattori per consentirti di offrire agli acquirenti ciò che risponde meglio alle loro esigenze e ai loro interessi.

3. Le app saranno sempre più importanti per la crescita, ma non bisogna sottovalutare l'esperienza mobile

NR image

Le app sono diventate una presenza più costante nelle nostre vite rispetto al passato. Hanno consentito alle persone di rimanere in contatto tra di loro, in salute e informate stando al sicuro nelle proprie case. All'inizio del 2020, il tempo trascorso sulle app è aumentato del 20%, dato che in quel periodo gran parte della popolazione mondiale doveva fare i conti con una qualche forma di lockdown. Man mano che ci dirigiamo verso la ripresa economica, le app consentiranno alle attività di migliorare i servizi e la soddisfazione dei clienti rispettando al contempo il distanziamento sociale e diminuendo i costi grazie a previsioni più precise delle vendite tramite, ad esempio, gli ordini anticipati.

Guardiamo Starbucks: questa catena di bar e caffè è riuscita ad aprire i negozi e a mantenere il distanziamento sociale utilizzando le ordinazioni in-app. Investire nella propria app ha consentito a questa azienda di ridurre il tempo di attesa in negozio e le file durante le ore di punta. Inoltre, sta anche modificando il metodo di ordinazione nelle sedi fisiche introducendo un modello incentrato sugli ordini all'interno dell'app che rende più facile per i clienti ritirare il loro caffè in uno spazio meno affollato. Oltre a garantire il rispetto del distanziamento sociale, gli ordini in-app in genere portano a un aumento della spesa del 37% per i retailer. Anche il settore della tecnofinanza ha registrato un incremento nell'utilizzo di relative app durante il lockdown, dato che l'impiego di contanti, bancomat e filiali ha subito un calo del 60%. Questo ha portato a un'accelerazione dell'adozione del digitale nei servizi finanziari, che ha generato un aumento del 72% nell'utilizzo delle app di tecnofinanza.

I brand di qualsiasi verticale possono aiutare i consumatori durante la ripresa economica investendo nella propria presenza nel mondo delle app. È importante affrontare questo passaggio in modo strategico, invece di replicare semplicemente un'esperienza adatta al sito web, in modo da offrire un valore aggiunto ai consumatori. Ad esempio, si possono aggiungere funzionalità utili come il check-in da remoto per gli hotel e programmi fedeltà. Questo consente ai clienti di interagire con i loro brand preferiti facilmente, con maggiore frequenza e in modi nuovi.

4. Comportamenti di acquisto a livello mondiale e rilancio del commercio internazionale

MG image

Circa la metà degli acquirenti nell'area EMEA non ha modificato il proprio comportamento di acquisto internazionale che aveva già prima della pandemia, nonostante le interruzioni delle catene logistiche a livello globale che hanno portato a tempi di spedizione più lunghi e a un crescente disagio.

Tuttavia, come conseguenza del COVID-19 sono emersi anche nuovi trend transnazionali. Una ricerca mostra che il 20-40% delle persone in Europa occidentale ora acquista online prodotti alimentari e per la cura della persona con una frequenza maggiore rispetto al periodo precedente la pandemia. Inoltre, con l'accelerazione del passaggio al digitale, il 12-25% dei consumatori dell'area EMEA effettua acquisti internazionali più frequentemente.

Tra i motivi che hanno indotto gli acquirenti ad aumentare gli acquisti transfrontalieri troviamo:

  • Un aumento del tempo trascorso a navigare sul Web e a scoprire nuovi prodotti
  • La comodità di effettuare acquisti online invece che in negozio durante il lockdown
  • La mancanza di disponibilità locale dei prodotti e la possibilità di accedere a un numero maggiore di opzioni di prezzi e prodotti online

Il commercio internazionale avrà un ruolo chiave nel favorire lo sviluppo delle attività in un contesto post-pandemia. Con il commercio a livello mondiale che presumibilmente si intensificherà nei prossimi 5 anni, le aziende dovranno diversificare i loro approcci e adottare nuove strategie geografiche per rispondere a questa domanda internazionale e garantirsi un futuro. Le attività possono prepararsi valutando quali sono i mercati migliori in cui espandersi tramite l'analisi del rendimento durante la pandemia e l'utilizzo dello strumento Market Finder come punti di partenza.

5. Le tendenze dei consumi saranno fondamentali per pianificare il 2021

AB image

Nel corso della pandemia, abbiamo visto un'accelerazione dei cambiamenti nel comportamento dei consumatori. Molti di questi cambiamenti non erano nuovi, ma erano già in corso e si sono semplicemente amplificati per via della crisi causata dal COVID-19. Come abbiamo evidenziato durante la crisi, possiamo osservare questi cambiamenti nel tipo di ricerche e nel modo in cui le persone le effettuano. Oggi più che mai, i consumatori:

  • Spingono le attività all'innovazione. La loro continua ricerca di soluzioni digitali ha portato alla luce nuove aree di innovazione, tramite ricerche come "palestra virtuale" in Spagna, che sono aumentate del 1000% su base annua.
  • Sono sempre più alla ricerca di informazioni in tempo reale. Cercano attività "vicino a loro" e "aperte ora" e provano a destreggiarsi in questa situazione in continuo cambiamento effettuando ricerche specifiche come "è possibile fare la spesa in due"..
  • Hanno aspettative che si riflettono similmente in categorie di prodotti diverse. Si aspettano che gli articoli che erano abituati a ritirare in negozio ora vengano consegnati direttamente a casa loro. Sono emerse nuove ricerche per prodotti di nicchia, ad esempio ad esempio "vivaio consegna a domicilio" in Italia.
  • Stanno rimodellando la domanda con cambiamenti comportamentali sempre più dinamici. In Germania, l'interesse di ricerca per "shopping online" è aumentato dell'80% rispetto all'anno scorso e continua a crescere man mano che ci dirigiamo verso la fase di ripresa economica.

Per prepararsi ad affrontare questi cambiamenti del settore nei prossimi 6-12 mesi, le attività devono rimanere al passo con queste trasformazioni del comportamento dei consumatori, il che sarà fondamentale sia per la ripresa che per la crescita aziendale. Per il futuro, è estremamente importante che le attività:

  • Adottino strategie basate sugli insight e comprendano i cambiamenti dei consumatori
  • Siano agili e rispondano a queste esigenze in continua evoluzione in anticipo
  • Applichino piani basati sui dati per imparare quando mostrare le informazioni giuste al momento giusto
  • Adottino approcci basati sui dati e incentrati sul rispetto della privacy per continuare a conquistare la fiducia dei clienti

In quanto professionisti del marketing, ci impegniamo costantemente per rimanere al passo con le esigenze dei consumatori e offrire loro l'esperienza più utile possibile. Aspirare a questo ora può essere scoraggiante, soprattutto dopo un periodo di forti cambiamenti come questo, ma seguire questi 5 principi ti consentirà di lavorare alla ripresa e alla crescita della tua attività per il 2021.

Il futuro del retail: 3 trend da considerare per la strategia dei prossimi 5 anni