Come attivare partnership strategiche per far crescere il tuo brand

Kasia Szczesniak / Dicembre 2020

La stagione natalizia si sta avvicinando rapidamente e molti retailer stanno riorganizzando i propri piani nel contesto di una pandemia che ha messo molti a dura prova. Con i tagli ai budget di marketing, come può un retailer ottenere maggiori opportunità online di fronte al comportamento in continuo cambiamento dei consumatori?

Un modo economico per acquisire nuovi clienti è quello di sondare potenziali partnership con altri brand. Un recente studio di Forrester ha rilevato che il 49% degli intervistati ha registrato un incremento delle entrate dopo aver intrapreso progetti di partnership, mentre il 45% ha riscontrato un aumento della brand awareness. In breve, una partnership può contribuire alla crescita degli utili e all'ampliamento del tuo raggio d'azione.

Queste strategie di partnership consentono di attingere a un intero nuovo segmento di persone che altrimenti non sarebbe possibile raggiungere o la cui acquisizione richiederebbe un cospicuo budget.

Trova nuove opportunità attraverso una partnership

Quando si tratta di stabilire una collaborazione strategica efficace, la sinergia tra brand è fondamentale. Lavorando con un soggetto riconosciuto nel settore, il tuo brand potrebbe beneficiare dell'effetto alone della partnership con un leader mondiale del settore o del verticale in cui operi. Nell'attuale contesto economico, molti brand sono forse ancora più propensi a instaurare rapporti di collaborazione poiché questi offrono la possibilità di mettere in comune le risorse con un'altra attività in un momento difficile.

Questo approccio apre nuove opportunità, come lo sviluppo di esperienze di prodotto originali che consentono a entrambi i brand di distinguersi dalla concorrenza. Puoi rivolgerti al tuo pubblico abituale in un modo nuovo, raggiungendo al contempo nuovi clienti attraverso diversi canali di distribuzione per i tuoi prodotti e servizi, senza contare che puoi anche espandere l'attività in nuovi mercati e aree geografiche.

Le partnership con altri brand rappresentano anche un efficace modo per stimolare l'innovazione. Questo può essere particolarmente interessante quando dei brand che operano in due verticali diversi si uniscono per creare un'offerta, un prodotto o uno sconto che altrimenti non sarebbe disponibile per il consumatore.

Come valutare se la partnership con un altro brand è giusta per la tua attività

Prima di contattare un'azienda, devi considerare quattro elementi fondamentali quando valuti se un'eventuale partnership può essere una scelta adeguata per il tuo brand e i KPI aziendali.

1. Trova un brand adatto

L'altro brand è in linea con i tuoi obiettivi e valori? Svolgi numerose ricerche su come il potenziale partner viene percepito dal suo stesso pubblico e a livello generale. Consulta il suo blog aziendale, oltre ai suoi canali sui social media, per capire cosa è importante per questa attività e per il suo pubblico.

Una partnership dovrebbe valorizzare il tuo brand e non danneggiarlo. L'altro brand è stato citato in un titolo o coinvolto in attività a cui non vuoi che venga associato il tuo brand? La collaborazione con questo eventuale partner può in qualunque modo danneggiare il tuo brand? Preservare la propria immagine e la propria reputazione è fondamentale, pertanto la sicurezza del brand è un primo passo essenziale che spesso viene trascurato.

Azione: fai una ricerca sull'eventuale partner per verificare se è in linea con i tuoi valori aziendali e la reputazione del tuo brand.

2. Questa collaborazione è appropriata?

Attingere al pubblico di un partner strategico eliminando la costosa strategia di acquisizione è senza dubbio il vantaggio centrale di una partnership, pertanto assicurarsi che il proprio pubblico si adatti bene è di importanza primaria. Dopotutto, non ha senso lavorare insieme se i gruppi demografici a cui ci si rivolge sono poli separati. Le collaborazioni che godono di una sovrapposizione naturale dei segmenti di pubblico tendono a registrare un rendimento migliore, quindi non forzare le cose a ogni costo.

Com'è composto il pubblico dell'altro brand? C'è una sovrapposizione o un contatto con la tua clientela? Che valore aggiunto offrirebbe il suo prodotto o servizio ai tuoi clienti?

Azione: valuta se questa partnership potrebbe essere accolta bene dai tuoi clienti e se i tuoi prodotti o servizi risulterebbero adatti per la clientela dell'altro brand.

3. Accedi a nuovi canali di marketing

Realizzare un nuovo canale di marketing può essere davvero molto costoso. Per consolidare e far crescere qualsiasi canale, ci vogliono tempo, impegno e la capacità di produrre contenuti su base regolare. Tuttavia, vale sempre la pena considerare l'idea di aprirsi a nuovi orizzonti. L'accesso al canale esistente di un partner ti permette di estendere la copertura del tuo brand e la spesa destinata al marketing.

Chiediti quali canali di marketing utilizza l'altro brand per coinvolgere il suo pubblico. Qual è la copertura di ogni canale e quali sono le sue metriche sul coinvolgimento o i suoi benchmark?

Azione: esamina quali nuovi canali di marketing potrebbe aprire per il tuo brand questa collaborazione.

4. Misura i tuoi risultati

Ci sono molti modi per definire una partnership di successo, ma qualunque sia la tua scelta, è importante verificare di essere in sintonia con il partner su cosa sia il successo e quali siano i parametri e i modi di misurarlo.

Ricorda che il ROI non deve per forza tradursi direttamente in vendite, ma può essere misurato in termini di copertura delle campagne, coinvolgimento del pubblico, earned media, social o persino espansione in nuovi mercati. Inoltre, è utile chiederti se avresti ottenuto risultati analoghi o un impatto simile nel caso in cui avessi agito in modo indipendente.

Azione: stabilisci dei KPI chiari, definisci cosa intendi per risultati positivi in termini di ROI e valuta come decidere se instaurare una partnership una tantum o una collaborazione a lungo termine.

Un investimento che può rivelarsi utile in tempi difficili

Una partnership strategica ben ponderata con il brand giusto può rappresentare un investimento che vale davvero la pena fare, soprattutto in un periodo di crisi economica. Puoi beneficiare del raggiungimento di un nuovo pubblico di destinazione, ampliare la copertura del tuo brand e offrire qualcosa di nuovo e interessante nel marketplace, il tutto con un reale impatto sui tuoi risultati.

Se stai valutando come sfruttare al meglio un budget limitato per questa stagione natalizia e non solo, considera la possibilità di stabilire partnership strategiche con altri brand come un caposaldo del tuo marketing mix.

3 cose da sapere sulla stagione dello shopping più digitale di sempre